Lasagna di Carnevale

23 Gennaio 2018Valentina

Prep time: 2 Ore

Cook time: 1 Ora

Serves: 4

Non ho mai amato le cose secche, eppure dalle fotografie questa lasagna che tutto è fuorché secca, lo sembra eccome. E quindi mi tocca fare un mea culpa. Dovendola fotografare, ho fatto una versione “modello foodblogger” della Lasagna di Carnevale di casa mia formato mignon. E sono stata avara di condimento, per evitare l’effetto mappazzone indistinguibile. Ciò che ho ottenuto è sicuramente una lasagna golosa, ma gli strati di pasta sembrano inamidati e non voluttuosamente avvolti intorno ai tanti ingredienti che compongono il ripieno.

Mi riprometto di rifarla, non so se a stretto giro, e di sostituire le fotografie.

E perciò il mio ruolo oggi è di raccontarvi il solito fattariello a cui vi ho abituati, ma anche di descrivervi bene ciò che le foto non mostrano.

Questa Lasagna, ricchissima, è quella che a casa mia, o meglio di mia zia Nora, si cucina più volte durante l’anno, e che lei prepara in teglie di dimensioni introvabili per la case dei comuni mortali. E oltre che a Carnevale, come prassi, queste lasagne sono l’alternativa ai tortellini in brodo, a Santo Stefano.

Sissignore, avete capito bene, a Santo Stefano, dopo i fasti della Vigilia e di Natale, casomai foste a casa di mia zia, e non amaste il brodo come me, niente paura: ci sono 2 mq di lasagne con cui sfamarvi.

Se state pensando a quelle classiche, bolognesi, carne trita sugo e besciamella, e forse mozzarella, beh vi sbagliate di grosso. La carne trita c’è, in forma di minuscole polpette, fritte ça va sans dire, la mozzarella, rigorosamente fior di latte, è alternata alla provola affumicata di Agerola, Parmigiano come se piovesse, il sugo di pomodoro è quello che cuoce 8 ore, con dentro salsicce, costine e braciole, perciò meravigliosamente unto, poi c’è salame, ricotta, besciamella e uova sode. Tantissime uova sode. A fettine sottili, non sia mai vi vadano di traverso mentre ingoiate questa scioglievole bontà, forchettata dopo forchettata.

Vi è venuta fame? Anche a me, al solo descriverla. E vi assicuro che tutto quanto scritto qui sopra, c’era anche nella mia, questa cosa secca che vedete nelle foto, ma non sono riuscita a farlo nemmeno intravedere, avendocene messo poco di tutto. Naturalmente la teglia vera, quella che ho strafogato a set smontato, era perfettamente condita.

Stampa la Ricetta

Lasagna di Carnevale

  • Prep time: 2 hours
  • Cook time: 1 hour
  • Total time: 3 hours
  • Serves: 4

Questa è la versione di Lasagna che prepara mia zia Nora, l'esempio vivente di abbondanza culinaria, che prepara le pietanze più buone che ho mai mangiato in vita mia.

Ingredienti

  • 400 grammi di Sfoglia per Lasagne
  • 1 Ricotta vaccina, ben sgocciolata
  • 1 Fior di Latte, circa 200 grammi
  • 1 Provola affumicata, circa 200 grammi, in alternativa 1 scamorza
  • 4 Uova sode
  • 400 grammi di Besciamella
  • 150 grammi di Parmigiano Reggiano
  • Sugo di pomodoro cotto
  • 400 grammi di Carne trita, mista tra maiale e vitello, per le polpettine
  • 3 fette di Pan Carrè, per le polpettine
  • 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano, per le polpettine
  • Olio di semi, per la frittura delle polpettine
  • Sale fino, per le polpettine
  • 1 Uovo, per le polpettine
  • Basilico fresco
  • Pepe nero, per le polpettine
  • 200 grammi di Salame tipo Napoli affettato

Preparazione

  • 1)

    Se possibile, la sera prima del giorno in cui preparerete la lasagna di carnevale, tagliare mozzarella e provola a cubetti e metterle a scolare in frigorifero, in un colapasta sopra una ciotola. Allo stesso modo, togliete la ricotta dalla busta di plastica e, ancora avvolta dalla carta di conservazione, lasciatela in un piatto: perderà i liquidi, seccandosi un po’.

    Se, come me, utilizzate le sfoglie velo di Giovanni Rana, non avranno bisogno di cottura. Se utilizzate la sfoglia per lasagne secca, essa va precotta, e messa ad asciugare, sfoglia dopo sfoglia, su teli di cotone perfettamente puliti.

    Preparare la besciamella, in totale ne occorrono 400 grammi, pertanto vi occorrerà usare 40 grammi di burro con 40n grammi di farina per il roux, e 400 grammi di latte per la realizzazione.

    Preparare le polpettine, mescolando la carne trita con l’uovo, il sale, il pepe, la mollica delle fette di pan carrè ammollata nel latte e strizzata perfettamente e i cucchiai di Parmigiano. Creare delle polpettine più piccole delle biglie di vetro con cui si giocava da bambini. Friggerle in abbondante olio di semi.

    Comporre le lasagne partendo dal fondo della teglia che va bagnata con un pochino di ragù quindi a seguire uno strato di sfoglia, uno strato di ricotta, qualche cubetto di mozzarella e di provola affumicata, salame spezzettato a mano, qualche foglia di basilico, un paio di cucchiaiate di besciamella, parmigiano, e fettine di uova sode, alcune polpettine fritte, ancora ragù e una seconda sfoglia di pasta. Continuare in questo modo fino ad avere un minimo di 5 strati di condimento, al massimo 7.

    L’ultimo strato va cosparso di ragù e formaggio grattato in abbondanza e , se vi avanza, qualche cucchiaiata di besciamella.

    Cuocere in forno preriscaldato, in modalità statica, a 180°C per circa 45 minuti.

Notes

Nei tempi di preparazione non ho inserito le canoniche 8 ore per il ragù napoletano che utilizzo io, e utilizza mia zia, per questa Lasagna. Lascio perciò a voi stabilire quale sugo di pomodoro utilizzare.

5 Comments

  • Patty

    23 Gennaio 2018 at 8:40

    Se esiste un Dio, sta dentro questa lasagna!
    E ho detto tutto!
    ps. non mi pronuncio oltre per pudore perché tu sei oltremodo tentatrice.

    1. Valentina

      23 Gennaio 2018 at 8:44

      Mi devi credere, ho avuto fame di nuovo anche dopo aver lievemente sistemato le foto con Photoshop per luce e saturazione… e la avevo mangiata a pranzo dello stesso giorno. E’ una droga, e credo che quell'”in più” lo dia proprio l’uovo sodo. Se la provi fammi sapere.

  • Elisa Baker

    23 Gennaio 2018 at 8:46

    Sei da arrestare! Dico ma a quest’ora si postano queste cose??? Come ci si arriva a pranzo in questo modo??? Addddisgazziataaaaaaaaaaaaaaaa, ma ti voglio bene lo stesso dai! E buongiorno

    1. Valentina

      23 Gennaio 2018 at 8:49

      Buongiorno, va bene domani o tra qualche altro giorno do il buongiorno con una spremuta di carote 😀

  • Pellegrina

    12 Marzo 2019 at 20:09

    Se non è la buona novella questa!

Comment ReplyCancel Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente Prossima Ricetta