Lasagne con Besciamella di Robiola, Broccolo romanesco e Speck

30 Gennaio 2020Valentina

Prep time: 30 Minuti

Cook time: 30 Minuti

Serves: 4

Qualche giorno fa parlavo con Pasqualina della mia voglia e desiderio di una bella porzione di pasta al forno comme il faut ma che allo stesso tempo non mi facesse sentire di aver sgarrato troppo la dieta. Se avessi utilizzato, infatti, ingredienti previsti dal piano alimentare, e trattati in maniera salutare (quindi niente polpette fritte all’interno, per capirci), forse avrei potuto concedermela, in quantità leggermente più alte dei miei 100 grammi di carboidrato previsto.

Le avevo parlato di una pasta al forno che avevo visto sul blog di Stefania Pigoni, e che di fatto avevo già preparato un annetto fa, con broccolo barese (quello verde scuro a forma di albero), utilizzando della calamarata (intesa come formato di pasta) e unendo provola affumicata per la gratinatura in forno. Era squisita ma in foto il broccolo barese, che già è scuro di suo, non rendeva post passaggio in forno. Avrei dovuto fotografarla semi cruda e poi continuare a cuocerla ma tendo a non dire cazzate o a fotografare e spacciare una cosa per come non è.

Quando ho detto perciò a Pasqualina di volerla rifare, ma col broccolo romanesco, che so gestire comunque meglio, a lei è venuta quindi una illuminazione. La sua carissima amica Giovanna Esposito ha pubblicato nel recente passato un libro scritto a 4 mani con Lydia Capasso, proprio sulle paste al forno e lei ricordava questa lasagna, presentata come campo innevato sormontata da un boschetto di abeti (fatti con le cime del broccolo romanesco). Dopo aver visto la foto che ha scattato col suo cellulare alla ricetta del libro lo ho subito preso su Amazon e il giorno successivo ho preparato questa lasagna.

Ultimamente sono rincoglionita, ho perso il ritmo sia a cucinare che a leggere le cose, come se avessi una sorta di deficit di attenzione, dato probabilmente dalla noia nel mangiare, dalla repulsione per la cucina, e dal fatto che sono sostanzialmente stanca. E così la spesa per preparare questa lasagna si è tradotta in 3 trasferte al supermercato perché ogni volta scordavo qualcosa. E alla fine la ho modificata in parte per renderla più vicina ai miei gusti. Innanzitutto ho aggiunto la scamorza affumicata grattugiata, per quella parte filante che secondo me una lasagna deve sempre e comunque avere ed ho sostituito la pancetta tesa con lo speck, che io preferisco di più (per me la pancetta quasi non esiste, per me esiste solo il guanciale).

La pasta è comprata, gluten free, ma voi potete o farla in casa dello spessore che più vi aggrada, o usare la sfoglia velo di Giovanni Rana, che è quella che ho sempre e da sempre usato io, che è così sottile che manco dovete prelessarla, perché si cuoce nel forno con gli umori del ripieno, mantenendo comunque la propria struttura.

Questa lasagna inoltre non prevede besciamella, ma una finta besciamella ottenuta aggiungendo alla robiola, in quantità massiccia, e che io ho preso senza lattosio, di Osella (no, non è una marchetta, volesse il cielo lo fosse) tanto latte quanto ne serve per avere una crema densa quanto la besciamella. E io ho adorato questa versione, che ha reso ogni morso una vera esperienza di sapore. Provare per credere.

Altra mia variante, che potete anche decidere di omettere, rispetto alla ricetta originale, è stato l’aver aggiunto qualche gheriglio di noce sminuzzato alla meno peggio col coltello, per dare croccantezza. E per il mio palato ha funzionato alla grandissima.

Stampa la Ricetta

Lasagne con Besciamella di Robiola, Broccolo romanesco e Speck

  • Prep time: 30 minutes
  • Cook time: 30 minutes
  • Total time: 1 hour
  • Serves: 4

Tratta dal libro di Lydia Capasso e Giovanna Esposito, Paste al Forno, questa lasagna a cui ho apportato qualche stravolgimento per conciliare i miei gusti, è stata un successo strepitoso. Provare per credere.

Ingredienti (per una teglia rettangolare di 18x25 cm o quadrata 22x22 cm)

  • 250 grammi di Sfoglia all'Uovo per Lasagne
  • 1 grande Broccolo Romanesco
  • 1 Scamorza affumicata
  • 700 grammi di Robiola, io Osella Senza Lattosio
  • Latte, q.b.
  • 120 grammi di Speck tagliato fine
  • 1 spicchio grande di Aglio
  • Olio extravergine di Oliva
  • Parmigiano Reggiano grattugiato, a sentimento
  • Sale fino
  • Noci, opzionali

Preparazione

  • 1)

    Dividete il broccolo in cimette, facendo attenzione a non spezzarle, lavatele tutte, sceglietene alcune per la decorazione della lasagna e tenetele da parte.

    Portate a bollore due pentole di acqua salata, una per la cottura più veloce (2 minuti) delle cimette messe da parte, e una per tutto il resto delle cimette di broccolo per la farcia interna che cuoceranno invece per circa 6/7 minuti.

    Le cimette di decorazione dovranno come detto bollire due minuti e poi andranno tuffate in una ciotola piena di acqua e ghiaccio per fermarne la cottura e mantenere il colore brillante tipico del broccolo romanesco.

    Le altre cimette andranno invece scolate, e ripassate in una padella con olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio. Pian piano con la forchetta sminuzzatele grossolanamente, regolando di sale se necessario. Una acciughina sciolta nell’olio potrebbe starci bene, se voleste aggiungercela. Io non lo ho fatto ma a mio parere non disturberebbe (troppo), purché sia una.

    Mescolate la robiola con tanto latte quanto ne occorre per farle raggiungere una consistenza simile ad una besciamella.

    Tagliate lo speck a striscioline.

    Mettete sul fondo della teglia un velo di besciamella di robiola ed iniziate ad assemblare la lasagna, mettendo prima la pasta, poi uno strato di robiola (io lo ho steso con un pennellone di silicone), poi un paio di abbondanti cucchiaiate di broccoli sminuzzati, ben distribuiti aiutandosi con una forchetta, una grattugiata della scamorza affumicata su una grattugia a maglia media, le noci sminuzzate e le striscioline di speck. Ripetere fino ad esaurimento degli ingredienti.

    Con queste dosi io ho ottenuto  una lasagna a 5 “piani”.

    Preriscaldate il forno a 180°C in modalità ventilata.

    In cima alla lasagna spargete la robiola, il parmigiano reggiano (io lo ho messo solo in cima, dentro ho preferito tenere la sola scamorza affumicata) e sistemate le cimette di broccolo messe nell’acqua e ghiaccio, ben scolate.

    Coprite la teglia di lasagne con carta argentata sia per farla rimanere morbida in cottura (usando il forno ventilato si seccherebbe) sia per far mantenere il verde brillante alle cimette e non farle bruciare. Cuocete in forno già caldo per circa 25 minuti, dopodiché togliere la carta argentata per gli ultimi 5 minuti ed alzare la temperatura del forno a 220°C.

    Servite tiepida, sebbene anche fredda ha il suo perché.

Nota

Ma avete visto quanto è bello il broccolo romanesco? Ogni sua cimetta riproduce in piccolo ed in modo identico la forma del broccolo intero. Sapete come si chiama quella forma? Frattale. Io ne sono innamorata.

5 Comments

  • gennaro

    30 Gennaio 2020 at 8:00

    Grazie Profumo di Limoni oppure posso chiamarla Valentina?
    Non sono un gran lettore ma assaporare i suoi testi è consolatorio per l’anima almeno quanto lo è per gli occhi
    osservare le sue meraviglie .
    E’ la prima volta che le scrivo forse perché non mi ritengo bravo come lei a farlo .
    Volevo esprimerle i miei più sentiti complimenti non solo per la parte narrativa ma anche per quella più strettamente gastronomica .
    Ogni passaggio è descritto con amore garbo e leggerezza .
    Non vedo l’ora di leggere la sua prossima ricetta

  • Pasqualina

    30 Gennaio 2020 at 9:07

    Questo post è un incanto. Ricetta, foto, descrizione. Tutto! Brava, brava, brava!

    1. Valentina

      30 Gennaio 2020 at 10:51

      Dai menomale sto tornando sui miei binari

  • Luisa Sorrentino

    30 Gennaio 2020 at 10:49

    Brava, brava e ancora brava, Valentina! È invitante e goduriosa!

    1. Valentina

      30 Gennaio 2020 at 10:50

      E se lo dici tu io gongolo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente Prossima Ricetta