Mac ‘n Cheese Bites

29 Settembre 2017Valentina

Prep time: 20 Minuti

Cook time: 20 Minuti

Serves: 4

… ovvero, se gli Americani avessero gli arancini, o i supplì, o anche le frittatine napoletane… ma invece non ce li hanno, nemmeno a Little Italy, se non mediocri imitazioni frutto dei ricordi tramandati degli immigrati del secolo scorso.

E il motivo è che la cucina italiana, trasferita in America, ha difficoltà ad affermarsi per quella che è, e per farsi strada ha bisogno di “adeguarsi” ad usanze che qui ci fanno storcere il naso. E’ il caso della Carbonara fatta con la panna, per nominarne una su tutte (e poi anche basta).

Sono abbonata a moltissime riviste straniere online, e sempre più spesso, ho notato queste palline di mac ‘n cheese, che a me sinceramente hanno sempre fatto una gola pazzesca. E mi hanno sempre ricordato, nella fattezza, le frittatine napoletane in versione un morso e via. Non hanno alcun ripieno, a differenza delle cugine napoletane, e a dire la verità, se ci fosse anche un ripieno, che so, prosciutto e piselli, ci si dovrebbe far ricoverare al terzo boccone per vene occluse.

La preparazione è semplicissima. Avevo già preparato i Mac ‘n Cheese originali, che potete visualizzare cliccando qui.

La differenza è che per questa preparazione in polpettine, più che i Succhietti va utilizzata la Gramigna, formato disponibile in quasi tutte le marche di pasta disponibili sul mercato. Io ho utilizzato una Barilla. Nelle frittatine napoletane si usano i bucatini che, coppati una volta freddi, si tagliano a cerchio. Qui non dovendo tagliare ma prelevare parti di pasta rassodata in frigo per un giorno intero, ho optato per il formato “baby” più simile agli Elbow Macaroni originali.

Non vi nascondo che a dispetto delle indicazioni della rivista Good Food, ho provato a panarli con una pastella di acqua e farina come per le frittatine, ma non ho ottenuto l’effetto scioglievole di croccantezza fuori e cuore filante interno, e così ho proceduto diligentemente ad una panatura da “cotoletta”, farina, uovo sbattuto e poi pangrattato, friggendo per immersione.

Il risultato è ben visibile, scrigni grandi quanto le olive ascolane, ma ripieni di scioglievole e “colesterolosa” bontà, che in foto ho aperto per mostrarvi l’interno, ma che vanno mangiati in un morso solo, da cui il nome bites.

Stampa la Ricetta

Mac 'n Cheese Bites

  • Prep time: 20 minutes
  • Cook time: 20 minutes
  • Total time: 40 minutes
  • Serves: 4

La versione americana e monomorso, delle frittatine napoletane, da mangiare in un solo boccone, arrendendosi al colesterolo. Una volta nella vita vanno assolutamente provate, a patto di avere del Cheddar originale e non i surrogati simil Sottilette disponibili nel banco frigo. Vale la pena cercarlo e preparare questo squisito Junk food.

Ingredienti

  • 200 grammi di Gramigna
  • 560 grammi di Latte, per la besciamella
  • Sale fino
  • 60 grammi di Burro
  • 60 grammi di Farina tipo 00, per la besciamella
  • 1 litro di Latte, per la cottura della Gramigna
  • 250 grammi di Cheddar
  • Noce Moscata
  • 3 Uova
  • Farina tipo 00, per la panatura
  • Pan Grattato
  • Olio di Semi di Girasole

Procedimento

Per i Mac and Cheese

  • 1)

    Per la preparazione dei Mac and cheese con la Gramigna, seguire le istruzioni cliccando qui.

    Riporre la pasta cotta in una pirofila, far raffreddare e riporre in frigorifero per almeno una giornata.

     

  • 2)

    In una ciotola sbattere le uova, aggiungendo un pizzico di sale. Preparare altre due ciotole, una con farina tipo 00 e un’altra con pan grattato fine.

    Prelevare piccole quantità di pasta e lavorarle con le mani fino ad ottenere delle piccole sfere, e impanarle passandole prima nella farina, poi nell’uovo e per ultimo nel pangrattato.

    Friggere in abbondante olio di semi per immersione (cioè in una pentola piccola dai bordi alti, così che l’alimento si immerga totalmente nell’olio bollente, senza dover girare continuamente ed ottenere una cottura perfettamente uniforme) non più di tre polpettine per volta.

    Scolare su carta assorbente e servire molto calde.

Note

Le tempistiche indicate non includono il riposo in frigorifero per 12/24 ore prima della formazione delle palline da impanare e friggere.

2 Comments

  • silvia

    29 Settembre 2017 at 9:48

    questi li devo provare assolutamente, bellissime le foto come sempre!

    1. Valentina

      29 Settembre 2017 at 9:49

      Se trovi il cheddar vero è una passeggiata di…. ehm… salute (?) 😀

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricetta Precedente Prossima Ricetta