Risotto Burrata e Nduja

19 Aprile 2021Valentina

Prep time: 5 Minuti

Cook time: 40 Minuti

Serves: 2

Credo che si sia capito che uno dei miei ingredienti preferiti sia la ‘nduja e nella ricetta di oggi la ho unita ad un altro ingrediente che, volente o nolente, è diventato il mio migliore amico da quasi due anni, ossi da quando mi hanno diagnosticato la celiachia: il riso.

In questo blog ricette col riso ce ne sono abbastanza, tanto da avergli dedicato una sezione in evidenza in homepage, ma avrete notato che di risotti ce ne sono pochi. Non ne ho questa grande conoscenza, non sono milanese né settentrionale dove il risotto te lo insegnano da bambina, e diciamo che a casa mia il riso non si mangiava molto spesso se non come sciacquapanza se si stava poco bene. Riso in bianco, o col filo di olio extravergine di oliva e parmigiano oggi sono invece i miei alleati e spesso li desidero, ma il risotto no, non rientra nemmeno nei miei desideri.

Però ogni tanto me lo concedo e quando lo faccio, cerco di essere quanto più originale possibile, negli ingredienti quantomeno. Anche preparare  un risotto semplice, che so, allo zafferano, per me è una novità. Sono più pratica nella cucina etnica che in un risotto alla milanese insomma, con buona pace di Vittoria che ama il “riso giallo” sopra ogni cosa.

E così quando Riso Vignola mi ha proposto una collaborazione, ho pensato che per me fosse una buonissima occasione per impratichirmi col riso. In verità il pacco che mi hanno inviato, che ho chiesto rigorosamente fosse tutto a sorpresa, come fosse la Mistery Box di Masterchef, contiene una varietà grande di risi che sì, mi faranno fare pratica anche con i risotti, ma mi permetteranno ancora di viaggiare in giro per il mondo in un piatto.

Ho voluto iniziare questa serie di ricette per Riso Vignola dunque proprio con il mio tallone di Achille, il risotto, utilizzando il riso Carnaroli.

E ci ho aggiunto quel tocco di diversità che mi fa sentire meno in colpa laddove dovessi aver toccato un qualche mostro sacro o caposaldo dei risotti per eccellenza.

Ho scelto di utilizzare la nduja, per me confortante, ed un ingrediente che di solito uso poco, perché ha quella consistenza borderline che lo avvicina alla ricotta che io non mangio, ossia la burrata. La base di questo risotto è quello alla parmigiana senza Beur Blanc però. In fase finale di cottura ho aggiunto tanta nduja quanto bastava a far cambiare colore al riso, e tanta quanta il mio palato ne tollera, e a decorazione del piatto la stracciatella di burrata che col calore del riso si scioglie. E’ per questo motivo che la quantità di nduja che ho indicato nell’elenco ingredienti è assolutamente relativa e potete aggiungerla a sentimento.

Non sono solita suonarmela e cantarmela da sola ma devo dire che dopo aver assaggiato questo risotto mi sono fatta gli applausi da sola. La consistenza era morbida e cremosa come la desideravo.

Stampa la Ricetta

Risotto con Burrata e Nduja

  • Prep time: 5 minutes
  • Cook time: 40 minutes
  • Total time: 45 minutes
  • Serves: 2

un risotto strepitosamente goloso sulla base di quello alla Parmigiana con aggiunta di nduja e burrata a finire.

Ingredienti

  • 200 grammi di Riso Carnaroli, Vignola
  • 600/700ml di Brodo di Carne
  • 60 grammi di Burro
  • 30 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 50 grammi circa di Nduja
  • 1 Burrata
  • Rosmarino fresco , Opzionale

Procedimento

  • 1)

    Portare il brodo di carne ad ebollizione.

    Piccola nota per il brodo, se volete potete utilizzare il brodo vegetale, ma siccome ho seguito la ricetta di Gualtiero Marchesi per il risotto alla Parmigiana, e lui usava il brodo di carne, così ho fatto anche io. Potete per altro utilizzare anche il brodo granulare, ma io non lo voglio sapere.

    In una casseruola adatta alla preparazione del risotto, far sciogliere la metà del burro e far tostare il riso per due minuti.

    Bagnare quindi con il brodo, un mestolo abbondante per volta, versandolo gradualmente fino a portare il riso a cinque minuti dalla fine cottura.

    A questo punto aggiungere la nduja sbriciolata a mano grossolanamente, mescolando energicamente e portando il riso a cottura. Vedrete che la nduja, oltre a lasciare un colore rosso fuoco sulle vostre dita, lo lascerà anche nel riso, che si colorerà, puntinandosi poi delle parti di peperoncino che in cottura si staccano dalla massa di carne.

    Aggiungere quindi il Parmigiano grattugiato e la restante metà del burro a fiamma spenta, mantecando il risotto appena ottenuto.

    Impiattare con aghetti o fiori di rosmarino come nel mio caso, qualche altro ciuffetto di nduja a crudo e la stracciatella di burrata, quanta ve ne piace.

1 Comments

  • Luisa

    19 Aprile 2021 at 10:02

    E che dirti, ci tufferei la forchetta!

Comment ReplyCancel Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricetta Precedente Prossima Ricetta