Domino Gratin Dauphinois

7 novembre 2017Valentina
Blog post

Prep time: 40 minutes

Cook time: 1 hour 20 minutes

Serves: 4

Il piatto preferito di Delphine, la moglie di mio cugino di Toulouse, sono le patate preparate in una maniera che in Francia viene definita Gratin Dauphinois, e lo ho scoperto proprio quando ho preparato questo contorno tanto semplice quanto scenografico, per inaugurare la mia nuova padella di ghisa.

Scenograficità a parte, si tratta di un contorno per niente light, perché le patate, tagliate a mano con la pazienza di Giobbe e cercate tutte della stessa dimensione in modo da avere fette pressoché identiche, e soprattutto SOTTILISSIME, vanno sistemate con ancora più pazienza nella teglia, e alla fine del lavoro, ci va versato sopra un composto a base di panna e formaggio, che tutto è fuorché leggero.

Le ho inserite pertanto sia nella categoria “contorni” sia in quella dei “piatti unici”, perché vi assicuro che una cucchiaiata di patate dauphinois riesce a saziare anche me, la gola profonda di Roma Nord.

Si tratta di un piatto unico relativamente semplice da eseguire purché abbiate a disposizione panna fresca liquida e panna acida, come elementi imprescindibili per questa preparazione, e purché tagliate le patate davvero in fette sottilissime. Altro dettaglio non trascurabile è il non lavare le patate dopo averle affettate, questo favorirà la fuoriuscita dell’amido che addenserà il composto liquido di panna e formaggio, rendendolo golosamente cremoso.

Inoltre, due aromi indispensabili sono la noce moscata da aggiungere al composto liquido e le foglie di alloro da inserire tra le fettine di patate.

Sebbene sia un piatto che va mangiato caldo, come ogni preparazione al forno, è ancora più buono gustato il giorno successivo (riscaldato o no).

Print Recipe

Domino Gratin Dauphinois

  • Prep time: 40 minutes
  • Cook time: 1 hour 20 minutes
  • Total time: 2 hours
  • Serves: 4

Una versione differente per presentare delle "semplicissime" patate al forno, alla maniera francese, con una crema di latte e alloro da pardere la testa.

Ingredienti

  • 1,5 kg di Patate a pasta gialla, tutte della stessa dimensione
  • 400 grammi di Panna fresca liquida
  • 200 grammi di Latte
  • 250 grammi di Panna acida
  • 40 grammi di Gruviera, grattugiata
  • Noce moscata
  • Burro
  • 4 Foglie di Alloro, divise a metà
  • Sale fino
  • 1 spicchio di Aglio, schiacciato in purea
  • Pepe nero di mulinello

Procedimento

  • 1)

    Lavate accuratamente le patate e sbucciatele (anche se, vi confesso, io le preferisco con la buccia). Tagliatele a fettine sottilissime, aiutandovi con una mandolina e tenetele da parte.

    Versate in un tegame il latte e la panna fresca e unite l’aglio schiacciato, il sale, il pepe e la noce moscata e raggiunto il bollore, fateci cuocere le fettine di patate, poche per volta, per 5 minuti.

    Sistemare le patate cotte sovrapponendole e creando forme concentriche in una teglia diametro 24, fino a completarla totalmente.

    Versare quindi il composto di latte e panna in cui esse sono state cotte (ne avanzerà un po’), inserire le foglie di alloro tra gli strati, versare la panna acida sopra le fette di patate, e decorare con qualche strato di burro e il pezzetto di Gruviera grattugiato finemente con una Microplane.

    Regolare di pepe in superficie e cuocere in forno preriscaldato, a 180°C in modalità statica per circa 1 ora e 15 minuti.

     

     

Note

Per una versione più cremosa, sostituire il latte con altra panna fresca liquida.

 

2 Comments

  • Cecilia

    3 dicembre 2017 at 17:14

    Sono uno spettacolo!!

    1. Valentina

      4 dicembre 2017 at 7:27

      Sono felicissima che ti siano piaciute, seppure nella tua versione light…. ma tu sei una sportiva, io faccio una attività fisica che si riassume in alza il sedere, appoggialo a 3 metri.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe