Gnocchi con Fiori di Zucca e Speck

16 Luglio 2021Valentina

Prep time: 10 Minuti

Cook time: 5 Minuti

Serves: 2

Da quando li ho scoperti attraverso la collaborazione con loro, gli gnocchi Mamma Emma sono sempre presenti sulla mia tavola, quando la voglia di gnocchi per me diventa una vera e propria crisi di astinenza. Lo gnocco richiama senz’altro temperature più fresche della calura africana di questi giorni a Roma, ma se conditi in modo veloce ma comunque gustoso, diventano anche un piatto estivo. Per condire quelli semplici di patate, che si prestano a diverse interpretazioni proprio perché tela bianca su cui dipingere guidati soltanto dal proprio gusto e della propria fame, questa volta ho utilizzato i fiori di zucca, moltissimi fiori di zucca, e lo speck, e una crema di latte che ho scoperto di recente nello scaffale delle panne da cucina, sempre di Panna Chef.

I fiori di zucca, diciamocelo, se non sono in quantità significativa nelle ricette, non li si sente perché sanno di pochino. Nelle zeppoline di pasta cresciuta, ad esempio, o ce ne metti un vagone e mezzo, o nemmeno te ne accorgi che ci sono. E così sono andata da Coldiretti per comprarne una cassetta piena al costo di un rene, per preparare questo delizioso piatto di gnocchi e delle lasagne che vi avevo già presentato, aggiungendo burrata e prosciutto cotto al ripieno di fiori di zucca. La cosa bella dei fiori di zucca poi è il colore, che fa subito estate.

Ad ogni modo io li adoro, ma sempre e solo accompagnati da qualcosa che abbia un sapore assolutamente più deciso. E’ per questa ragione che li ho accompagnati con lo speck, accostamento già provato quando li feci ripieni e pastellati con la Schweppes, ed è la stessa ragione per la quale ci si infila l’acciughina quando li si riempie con la mozzarella nel classico pezzo della frittura alla romana.

Gli gnocchi cuociono velocemente, si dice che a partire da quando li si immerge in acqua salata a bollore, sono pronti nel momento in cui riaffiorano a galla (cosa che avviene entro i due minuti). Il condimento si fa al volo, anche per non guastare il colore vivace dei fiori di zucca cotti ed in pochi minuti siete a tavola a mangiare un primo piatto da nobili, parola mia.

Lo speck poi a mio giudizio è il Re degli affettati. E’ profumatissimo, se tagliato fine si scioglie in bocca, anche il suo grassetto è il solo che io mangi (di solito viviseziono qualsiasi cosa abbia il grasso, dal prosciutto crudo alla salsiccia, prima di metterli in bocca), e viene esaltato dalla cottura con la cipolla. Siamo in estate, ci sono i cipollotti freschi, e non ho resistito (di solito però lo cuocio con il porro).

Mentre voi leggete questa ricetta io sto facendo la seconda dose di vaccino, e finalmente avrò avuto la mia dose intera di 5G. Ignoro se farò la stessa fila che feci alla prima dose, ma almeno il tempo oggi mi ha graziata. Pare infatti che fino al giorno del mio compleanno (il 20 p.v.) le temperature non raggiungeranno mai i 30 gradi, quindi anche se dovessi stare facendo la fila, sarà poca cosa. La scorsa notte mi sono coperta con un lenzuolo e quel tepore mi ha coccolata. Pure se tra quattro giorni é il mio compleanno, e quindi sono un animale a sangue caldo essendo nata a metá esatta dell’ estate, io amo il fresco. Tornata a casa, sperando che anche a sto giro sia tutto indolore, sia l’inoculazione sia le 24/48 ore successive, vorrei mangiare questi gnocchi, ma so che mi aspetta una bella cenetta di sushi, che è buono uguale. Anche perché questi gnocchi se non me li preparo io…

Stampa la Ricetta

Gnocchi con Fiori di Zucca e Speck

  • Prep time: 10 minutes
  • Cook time: 5 minutes
  • Total time: 15 minutes
  • Serves: 2

La base meravigliosa degli gnocchi di patate Mamma Emma, con un condimento veloce ed estivo, i fiori di zucca e lo speck.

Ingredienti

  • 1 confezione di Gnocchi di Patate Mamma Emma
  • 2 Cipollotti freschi, gambo incluso
  • 150 grammi di Speck, affettato sottilissimo
  • 3 cucchiai di Crema di Latte, marca Panna Chef
  • Sale fino
  • Olio extravergine di Oliva
  • Pepe nero macinato grosso, per finire

Preparazione

  • 1)

    Cuocere gli gnocchi secondo le istruzioni in abbondante acqua salata, fino a che riaffiorano in superficie.

    Nel frattempo in una padella antiaderente con un filino di olio, far soffriggere i cipollotti, puliti e sminuzzati, incluse le parti verdi del gambo (sono edibili e sono la parte migliore a mio giudizio). Aggiungere quindi lo speck, e spegnere dopo 1 minuto. Lo speck dovrà ammorbidirsi, il grassetto intorno sciogliersi, ma non dovrà croccantizzarsi. Aggiungere a fuoco spento del pepe nero macinato grosso (io utilizzo quello Ubena che ha già questa grana ben definita) e la crema di latte. Se piace può essere aggiunto del Parmigiano grattugiato, ma io non lo ho messo.

    Appena gli gnocchi saranno affiorati a galla, scolarli e metterli nella padella col condimento. Il loro calore stiepidirà la crema di latte. Quest’ultima la si trova al supermercato sugli scaffali. In frigorifero a casa va conservata solo dopo averla aperta. Quindi, se per questa ricetta la usate appena aperta, non sarà (o non dovrebbe essere) fredda di frigo e basterà il calore degli gnocchi appena scolati a stiepidirla il giusto.

    Servire immediatamente con altro pepe macinato al momento.

     

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ricetta Precedente Prossima Ricetta